Chiesa di San Tomaso

Il restauro delle facciate della chiesa di Premenugo

Un caso emblematico di risanamento dall'umidità di risalita.

Lo stato di degrado

I prospetti della chiesa di San Tomaso, con la sola eccezione della facciata, erano stati oggetto di un rifacimento degli intonaci con materiali inadeguati ad affrontare il problema di una presenza massiccia di acqua proveniente dal terreno. La situazione di degrado, non affrontata correttamente e peggiorata dall'impiego di intonaci a base cemento, manifestava tutta la capacità distruttiva della risalita di umidità fino a 2 metri di quota dal suolo. 

L'intervento di restauro 

Il progetto ha previsto il restauro dell'intonaco del prospetto principale integrandolo con intonaco a base di malta calce, la sostituzione degli intonaci non storici presenti sugli altri prospetti con nuovi intonaci a base calce opportunamente studiati e applicati e una rasatura per uniformare intonaci vecchi e nuovi. Le tinteggiature sono state eseguite con pitture a base calce con finitura in velatura.

La zoccolatura è stata realizzata con una miscela di intonaco traspirante a granulometria e miscela idonee per sopportare e smaltire il massiccio transito di molecole d'acqua in risalita capillare.

Il campanile è stato rifinito con la ristilatura dei mattoni a vista e la sagramatura.

Credits materiale fotografico
architetto Guido Maria Premoli

NEWSLETTER

Iscriviti subito per conoscere in anteprima le nostre iniziative.

Studio associato
Guido M. Premoli e Sara Invernizzi
Architetti

Viale Romagna n.22

20133 Milano - Italy

info@premoli-invernizzi.it

© 2019 Studio associato Guido M. Premoli e Sara Invernizzi Architetti - P.IVA: 13113630159